• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Alle lettrici e ai lettori di OssIraq

Car* lettrici, lettori, lettor* di Osservatorio Iraq, 

come di certo saprete il nostro giornale, dopo tanti anni di lavoro appassionato e volontario, non viene più aggiornato da tempo. 

Tuttavia ci piace pensare che il collettivo di giornalist*, ricercatori e ricercatrici, appassionat* che lo ha animato per tanti anni, per quanto "sparso agli angoli del Mediterraneo", sia ancora unito e pronto a nuove avventure. 

Insieme abbiamo tenuto in piedi per anni un giornale aperto a tutt*, aggiornato con passione, rigore, e al massimo delle nostre competenze, ma senza finanziamenti e sostegni esterni, dunque molto difficile da sostenere.

Un'esperienza che ci ha insegnato moltissimo, e con la quale abbiamo sempre tentato di dare spazio e voce a territori e generazioni troppo spesso raccontati in modo approssimativo, creando prima tutto relazioni paritarie con attivist*, movimenti, giornalist*, realtà politiche attive nel Mediterraneo. 

Insieme abbiamo scritto libri e realizzato pubblicazioni collettive che sono stati esperimenti di lavoro dal basso e condiviso in ogni suo aspetto, contenutistico e formale, e che speriamo prima o poi di tornare a sperimentare. 

Intanto, abbiamo deciso di rimettere online il sito di OssIraq per rendere disponibile a tutte, tutti e tutt* un archivio che crediamo possa continuare ad avere un valore di testimonianza degli anni in cui abbiamo provato a raccontare ed analizzare quanto accadeva nei paesi che attraversavamo, e che continuiamo ad attraversare ancora oggi. 

OssIraq è nato nei primi anni Duemila e ha continuato ad essere aggiornato, in modi e forme diverse, fino al 2017. Ha attraversato anni di guerre, conflitti, rivoluzioni. Ha provato a raccontare la straordinaria esperienza delle rivoluzioni arabe nel 2011, intravedendo traiettorie che crediamo possano essere ancora oggi attuali per comprendere processi in corso, di cui non conosciamo gli esiti.

Da quell'esperienza è nato il nostro libro collettivo "Rivoluzioni Violate. Cinque anni dopo: attivismo e diritti umani in Medio Oriente e Nord Africa" (Edizioni dell'Asino, 2016), ultima pubblicazione realizzata insieme, e ancora oggi l'obiettivo raggiunto che ci è più caro. 

Ci piace pensare che questo vastissimo archivio possa essere - e restare sempre - un patrimonio condiviso di racconti, testimonianze, visioni, analisi, speranze, come condiviso è stato il nostro impegno e il nostro lavoro in tutti questi anni. 

 Speriamo di ritrovarci e ritrovarvi presto, magari con nuove avventure. 

Con l'amore di sempre verso i paesi che abbiamo raccontato, 

Il collettivo di OssIraq, Medio Oriente e Nord Africa 

26 Giugno 2020
di: 
Redazione