• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Migrando

Dopo il naufragio del 3 ottobre 2013 che ha portato alla morte di 366 migranti al largo delle coste di Lampedusa, il governo italiano - con il sostegno dell’Europa - ha dato il via ad un’operazione militare ed umanitaria. Tuttavia, dietro i millantati obiettivi “umanitari” si cela un interesse economico non trascurabile.

 

12 Febbraio 2014
di: 
Bénédicte Lutaud (testo e foto) per Slate.fr*

I giovani migranti aspettano nelle foreste adiacenti alle città autonome. Due roccaforti spagnole, pochi chilometri quadrati ben sorvegliati e protetti, in Africa settentrionale. Sono pronti a tutto, dal salto del triplo reticolato fino a sfidare le correnti dello stretto.

 

10 Febbraio 2014
di: 
Sara Creta (testo e foto)

Dopo 10 ore di lavori, l’assemblea a Lampedusa ha approvato la versione definitiva della Carta che afferma la libertà di movimento, rifiuta la militarizzazione dei confini, propone nuove forme di accoglienza

 

 

04 Febbraio 2014
di: 
Giulia Bondi da Lampedusa per QCode Magazine

Decine di movimenti e organizzazioni si sono riunite a Lampedusa per immaginare “una nuova geografia per l'Europa, senza più confini”. Obiettivo raggiunto per la Carta di Lampedusa, con cui si stringe il nuovo patto sociale della società civile in movimento. 

 

 

 

03 Febbraio 2014
di: 
Cecilia Dalla Negra

Pagine

“Un popolo che ha sofferto così tanto non può ignorare le tragedie di altre popolazioni”.

23 Gennaio 2014

Permettere alle persone di scegliere dove vivere, di spostarsi liberamente, di fuggire da situazioni di guerra e pericolo senza subire trattamenti degradanti.

21 Gennaio 2014

A tre giorni dall'evento "Fuggire, Migrare, Sopravvivere", che si terrà il 16 gennaio a Roma, abbiamo incontrato il regista Paolo Martino per raccogliere la testimonianza di chi, da anni, lavora in

13 Gennaio 2014

“Siamo arrivati qui perché pensavamo fosse un paese democratico, ma ci sbagliavamo”.

10 Gennaio 2014

Pagine