• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Punti di vista

 

In occasione della conferenza “Les langues et le national. Penser le politique au Maghreb par le biais des langues” (Tunisi, 31 maggio), Osservatorio Iraq ha incontrato l’accademico franco-algerino cercando di fare il punto sullo stato attuale della rivendicazione identitaria e le possibili evoluzioni.

 

 

 

24 Giugno 2014
di: 
Jacopo Granci

"L'Italia deve passare da un'ottica di emergenza a politiche strutturate e ben finanziate per profughi e rifugiati". Intervista a Carlotta Sami, portavoce dell'Unhcr.

 

 

 

20 Giugno 2014
di: 
Enzo Mangini

"Fisicamente al centro della regione, e con alcune delle riserve di petrolio più grandi al mondo, l’Iraq rappresenta la chiave di volta per qualsiasi attore, nazione o potenza regionale o esterna che volesse avere il predominio del Medio Oriente”. Intervista all’analista geopolitico Nima Baheli.

 

 

18 Giugno 2014
di: 
Stefano Nanni

L'Iraq torna al centro del dibattito e dell'interesse dei media mainstream: ma le notizie che vengono diffuse non tengono conto di alcuni fattori, ed è del tutto assente il punto di vista iracheno. Se l'ISIS non fosse un attore isolato e Mosul fosse stata "liberata" invece che "conquistata"? Ross Caputi, veterano di guerra, oggi attivista per la pace, fornisce un quadro alternativo della situazione.

 

 

 

16 Giugno 2014
di: 
Ross Caputi*

Pagine

Mentre all'università di Kabul gli studenti si preparano agli esami, i candidati lanciamo gli ultimi appelli al voto per il ballottaggio delle presidenziali. 

 

13 Giugno 2014

“L'Europa sta pagando moltissimo, in denaro e in supporto logistico, per la situazione di Melilla, ma i migranti riescono comunque a passare.

06 Giugno 2014

Oggi, 3 giugno, circa 15 milioni di persone in Siria sono chiamate ad eleggere il presidente in quelle che rappresentano le “prime elezioni pluralistiche” della storia del paese. 

 

03 Giugno 2014

“Difendere la libertà di espressione in Tunisia è un impegno ancor più necessario in questo periodo in cui è a rischio, e si nota una certa regressione per quanto riguarda la sua tutela.

29 Maggio 2014

Pagine