• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Questione di Generi

"Non riuscivo a capire perchè tutte le mie cognate, quando nasceva una femmina in famiglia, non manifestavano nessuna gioia. Poi ho avuto due figlie anche io. E allora ho capito". Donne, spesso poco più che bambine, uccise da parenti, spesso poco più che bambini, per lavar via nel sangue l'onta del disonore. 

di: 

Sono 150. Ogni mattina si alzano, bevono un caffè e vanno a monitorare i check point dell’esercito israeliano nei Territori Palestinesi Occupati. Sono le donne dell’organizzazione israeliana Machsom Watch. Tra loro Daniela Yoel, ospite di un incontro romano, fra donne. 

di: 

Arma di repressione durante i giorni di piazza Tahrir, fenomeno sempre più diffuso in questa fase di transizione, la molestia sessuale contro le donne continua a piagare le strade egiziane. Prosegue la lotta femminile, in attesa che gli uomini al potere decidano di agire. 

di: 

“Malala Yousaftzai è stata colpita alla testa da un proiettile sparato dai talebani pakistani; la sua colpa è aver denunciato i crimini contro le donne”.  Parola di Malalai Joya, l'attivista più famosa di tutto l'Afghanistan, che non ha mai smesso di denunciare quanto poco sia cambiato il suo paese negli ultimi 10 anni.

 

di: 

Pagine

Il Kuwait va avanti con le sue campagne "morali" contro la comunità LGBT, e in particolare contro i trans, con almeno tredici donne in carcere in questo momento.

Una libanese di discendenze siriane, palestinesi e marocchine, approdata in Giordania e confusa circa la sua identità. Scrive di cose che la confondono ancora di più. Questa è la descrizione che Lama Bashour da di sè sul suo blog. Lama però non è solo questo*. E' una giovane donna dotata di quel senso dell’umorismo che non fa ridere, e che per questo fa ancora più ridere.

06 Luglio 2012

Temono il ritorno della legge talebana con il ritiro delle truppe internazionali previsto per il 2014. Così, le donne più brillanti e intraprendenti hanno iniziato a lasciare l'Afghanistan: una vera e propria fuga di cervelli, tutta al femminile.

Il villaggio di Mufagarah è di nuovo nel mirino delle forze militari israeliane, dopo la decisione dei comitati popolari delle colline a sud di Hebron di continuare, nonostante le crescenti minacce, la campagna nonviolenta "Mufagarah Project".

Pagine