• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Questione di Generi

C'è una moglie che piange di fronte al giudice, mentre il marito nega di averle deliberatamente bruciato le mani durante la notte, affinché si svegliasse e adempisse ai suoi "doveri coniugali". 'Lei' ha solamente nove anni.

di: 

Questioni di genere, femminismo, violenza sessuale come forma di arma politica contro le donne: Fatma Sayed, studiosa ed esperta di politiche sociali, racconta l’Egitto di oggi. Parla di una rivoluzione "che ha bisogno di tempo", e della lotta per diritti che devono essere "universali". 

28 Maggio 2013
di: 
Marco Di Donato e Cecilia Dalla Negra

Dalla maxi retata del 'Queen Boat', di cui ricorre l'anniversario questo mese, alle speranze infrante di piazza Tahrir, incontro con Serena Tolino* dell'Università di Zurigo. 

Come vive la comunità omosessuale egiziana?

23 Maggio 2013
di: 
Marco Di Donato

Giovedì scorso il collettivo femminista Femen è tornato a far sentire la propria voce con la controversa iniziativa "Topless Jihad Day", una mobilitazione duramente criticata anche da molte musulmane. 

di: 

Pagine

Samah Ahmad è una giovane attivista del Movimento 15 Marzo. In questa intervista racconta la sua esperienza di vita e di lotta in una Striscia assediata da Israele e controllata da Hamas. “Siamo persone che credono in qualcosa”, spiega. “Vediamo sempre una luce in fondo al tunnel”. 

Haneen Zoabi è la prima donna palestinese eletta al Parlamento israeliano in un partito – il Balad – che rappresenta la minoranza araba in Israele. In una lunga intervista racconta le ragioni del suo impegno politico all’interno di un sistema che la discrimina. In prima linea, per "smascherare le ipocrisie del potere". 

Tra i temi al centro del Forum Sociale mondiale anche i diritti di genere: le attiviste si incontrano, e si confrontano in una grande assemblea. Intervista a Sadika Keskes, presidente dell’associazione 'Donne, mostrate i vostri muscoli'.

Sarà l'effetto del film “Wadjda”, o l'ennesima concessione da parte del re Abdullah alle pressanti richieste dell'opinione pubblica. Sta di fatto che le donne saudite hanno segnato un altro punto verso la conquista delle loro libertà di base, con il permesso reale di girare per strada in bicicletta.

Pagine