• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Voci dal campo

Tante “voci” dalla Tunisia, tante interpretazioni: democrazia o si diventa più conservatori di prima? La paura più grande la si intuisce parlando con le donne che hanno votato sinistra democratica e progressista.  

di: 

La delegazione degli osservatori internazionali di Assopace ha iniziato la sua missione. Alle 6:00 di stamattina, un'ora prima dell'inizio delle votazioni, i 19 membri della delegazione sono stati dislocati in cinque seggi elettorali a Sidi Bouzid. Le due unità mobili vigileranno altri 10 seggi a stretto contatto con gli osservatori dell’Associazione democratica tunisina.

di: 

Il 23 ottobre i cittadini tunisini sceglieranno i rappresentanti dell'Assemblea costituente incaricata di riscrivere la Costituzione. Le elezioni determineranno quali attori politici potranno parlare in nome della legittimità popolare, e quale sarà il nuovo ordine politico del paese.
 

di: 

Compare un manifesto di Ben Ali a La Goulette…“Perché non sei venuta? Qui c’è Marianne, che è arrivata per assistere alle elezioni. Sta facendo un servizio fotografico, è curiosissima, anche lei non vede l’ora che si sappia l’esito elettorale”.

di: 

Pagine

Intervista ad un operatore* della cooperazione dalla Striscia da Gaza. Cantanti, ballerini e tanti spari in aria. Ecco la seconda parte del racconto della liberazione dei prigionieri palestinese. "Vittoria nazionale o di Hamas (e Israele?)".

Scene di entusiasmo da Tel Aviv a Gaza, passando per la Cisgiordania. Eppure due delle principali associazioni palestinesi impegnate per la difesa dei diritti umani e dei detenuti denunciano: è stata violata la Convenzione di Ginevra.

 

 

Intervista a un operatore* della cooperazione dalla Striscia da Gaza: "Qui dal balcone si vedono passare centinaia di persone, bandiere di Hamas, ma anche di Fatah. Una folla enorme che si avvia verso piazza al-Katiba per festeggiare il ritorno a casa dei prigionieri, ma non solo. Sembra che in piazza ad essere festeggiati ci saranno anche i carcerieri di Shalit".

La stagione della raccolta delle olive in Palestina è alle porte e centinaia di internazionali hanno raggiunto i villaggi della Cisgiordania per accompagnare, e in molti casi proteggere, i contadini palestinesi a cogliere i frutti della loro terra. 

Pagine