• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Afghanistan

Una nuova sezione del sito dedicata agli incontri, alle parole, ai volti e alle esperienze. Alle voci delle persone che abbiamo incontrato in passato, e che continueremo ad incontrare in futuro. Un’intervista è in genere un dialogo in cui un giornalista pone delle domande per ottenere informazioni dall’intervistato. Per noi di Osservatorio Iraq è qualcosa di più. 

 

 

13 Aprile 2014
di: 
Redazione

Sepolto nel cuore del paese, nelle miniere del Panjshir che fu la roccaforte dell'eroe nazionale Massoud, si nasconde un autentico tesoro, che potrebbe contribuire ad aiutare il popolo afghano a risollevarsi e a uscire dalla povertà: lo smeraldo. 

 

 

10 Aprile 2014
Anna Toro

Inizia dal Festival di Bari, una città e un territorio simbolo nella storia delle migrazioni e dell’accoglienza, il viaggio sugli schermi italiani di Terra di transito, il docufilm di Paolo Martino che sarà presentato in anteprima assoluta il 10 aprile.

 

09 Aprile 2014
di: 
Redazione

Da venerdì 21 marzo, Giuliano Battiston di Lettera22 segue la campagna elettorale afghana, il voto per il nuovo presidente e, nei giorni successivi, seguiremo i risultati e le reazioni al voto. Ecco la puntata numero 6 del diario elettorale afgano.

 

 

 

 

Domenica 30 marzo 2014
Kunduz-Faizabad 30 marzo

 

31 Marzo 2014
di: 
Giuliano Battiston*

Pagine

Dal 30 giugno al 4 luglio 2014 si terrà a Torino la prima edizione della Summer School TOMidEast "Understanding the Middle East.

28 Marzo 2014

Il 5 aprile, il paese è chiamato alle urne per scegliere il suo nuovo presidente e 458 consiglieri provinciali, ma la disillusione, il timore di frodi e gli attacchi dei Talebani ne mettono a risch

26 Marzo 2014

Anche quest'anno in Afghanistan è scoppiata puntuale la polemica sugli esami di ammissione all'università, i "kankor" (parola che significa "ingresso"), diventati ormai uno dei tanti simboli della

05 Marzo 2014

Un tributo pesante, nel 2013, è stato pagato da uomini, donne e bambini. Le vittime sono in aumento a causa della recrudescenza del conflitto, dagli scontri a terra ai bombardamenti dal cielo.

21 Febbraio 2014

Pagine