• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Kuwait

Mentre il bilancio 2012 dell’Opec dimostra una crescita, nel complesso, da gigante asiatico, gli sconvolgimenti geopolitici del 2012 hanno approfondito il solco tra i diversi membri, alcuni in costante sviluppo, altri in caduta libera. 

 

09 Luglio 2013
di: 
Giovanni Andriolo

Cosa hanno in comune i salafiti di al-Nour, il prestito del Fondo monetario internazionale e i militari egiziani? 

 

 

08 Luglio 2013
di: 
Marco Di Donato

Secondo l’ultimo rapporto dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), nel 2012 ci sono stati 7,6 milioni di nuovi sfollati in tutto il mondo a causa di conflitti o persecuzioni politiche. Una media giornaliera di 23 mila persone che ogni giorno, durante lo scorso anno, sono state costrette a lasciare le proprie case per cercare rifugio altrove.

 

25 Giugno 2013
di: 
redazione

Una nuova risorsa combustibile rischia di stravolgere gli incandescenti equilibri energetici internazionali: si tratta del petrolio di scisto prodotto nel nord dell'America. Intanto, le fratture in seno all’Opec si fanno sempre più profonde.

Le dinamiche energetiche internazionali potrebbero essere influenzate, ancora una volta, da quel che accade nell’America settentrionale.

 

13 Giugno 2013
di: 
Giovanni Andriolo

Pagine

Seguendo l'esempio della vicina Arabia Saudita, anche il Kuwait sta portando avanti un giro di vite sempre più duro contro i propri immigrati, in nome "kuwaitizzazione".

11 Giugno 2013

Le ‘Primavere Arabe’ sono frutto della liberalizzazione selvaggia dell'economia e dell'impoverimento generalizzato delle società mediorientali (ed europee). Parola dell'economista e giornalista Samir Aita, ospite venerdì dell'Assemblea Nazionale di Un ponte per.... 

"ll mondo sta diventando un posto sempre più pericoloso per rifugiati e migranti": è questo il messaggio di Amnesty International, che presenta il Rapporto 2013 sulla situazione globale dei diritti umani. Frontiere chiuse agli uomini ma aperte alle armi, conflitti regionali e violenze di genere, in una panoramica che abbraccia anche il Medio Oriente. E non risparmia l’Europa. 

23 Maggio 2013

Credo che questa sia la migliore definizione del giornalismo che abbia mai sentito: 'Il nostro scopo è quello di monitorare i centri del potere'. Sfidare l'autorità - qualsiasi autorità - soprattutto quando i governi e i politici ci trascinano in guerra, quando decidono che loro uccideranno, e altri moriranno.  (R. Fisk - Cronache Mediorientali)

03 Maggio 2013

Pagine