• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Yemen

Credo che questa sia la migliore definizione del giornalismo che abbia mai sentito: 'Il nostro scopo è quello di monitorare i centri del potere'. Sfidare l'autorità - qualsiasi autorità - soprattutto quando i governi e i politici ci trascinano in guerra, quando decidono che loro uccideranno, e altri moriranno.  (R. Fisk - Cronache Mediorientali)

03 Maggio 2013
di: 

Cento detenuti su 166 sono in sciopero della fame da più di 12 settimane: una mobilitazione senza precedenti, con una campagna online che in 48 ore ha già raccolto migliaia di firme, perché "la chiusura di questa eredità avvelenata dell’amministrazione Bush è ancora lontana", denuncia Nawaat.   

di: 

Da Solimano il Magnifico a George W. Bush, dagli scontri tra ottomani e mamelucchi sino alla guerra del Golfo: sono oltre 400 gli anni di storia raccontati dalle 796 pagine del professore Eugene Rogan. 

di: 

Era da più di un anno che il presidente yemenita Abu Rabbu Mansour Hadi ci provava. Con una raffica di decreti etichettati dai media internazionali e locali come le iniziative più importanti adottate da quando ha preso la guida del paese, il capo di Stato yemenita ha cancellato in un colpo solo quanto rimaneva del vecchio regime.

di: 

Pagine

Catalina Martin-Chico è una fotoreporter franco-spagnola che ha dedicato gran parte della sue opera fotografica allo Yemen, premiata nel luglio 2011 con il "Visa d’Or Humanitaire" dal Comitato internazionale della Croce Rossa per il suo reportage "La rivoluzione yemenita".

16 Maggio 2013

Seduto a migliaia di chilometri di distanza studia la vita quotidiana del suo bersaglio, così come dei suoi affetti e persino dei suoi ospiti. Fino a che non arriva l'ordine di annientarlo.

 

Nonostante la sua rilevanza geopolitica non di primissimo piano, lo Yemen si sta ritagliando uno spazio sempre maggiore nelle dinamiche regionali. In parte per scelta, in quanto come paese povero di risorse e dall’economia disastrata necessita del sostegno degli attori internazionali, partendo dall’Arabia Saudita, che di fatto ne influenza le scelte politiche.

Hyam Yared è un’autrice libanese, nata a Beirut nel 1975, dove ha iniziato la sua carriera. Una scrittura senza tabù, la sua, che mette a nudo i limiti della società libanese. Protagoniste delle sue pagine, le donne. 

Pagine